La storia di Manigunda

Cairate è un minuscolo comune della provincia di Varese, che ha letteralmente attraversato i secoli. Nacque come villa romana nel I sec. d.C., poi divenne fortezza militare longobarda fin dal VI sec., in seguito borgo medievale di enorme importanza strategica. In epoca rinascimentale fece parte del Ducato di Milano e nel 1535 divenne dominio spagnolo. Successivamente cadde sotto l’influenza dell’Impero Austriaco, poi Napoleonico, quindi fu annesso al Regno Lombardo-Veneto ed infine fu conquistato dai piemontesi nel Risorgimento. 

16735950 Il Fantasma di Manigunda
Misteri della STORIA Il Fantasma di Manigunda – Comune di Cairate – Foto panoramica.

Oggi il Monastero di Cairate è un luogo prezioso e silenzioso, fortunatamente sotto tutela dell’Unesco. Sorto, come dicevamo, sui resti di una Domus Romana, le cui tracce sono state rinvenute nelle stratificazioni al di sotto delle stanze monastiche, il convento vero e proprio fu fondato da una misteriosa principessa longobarda di nome Manigunda, che ne divenne Badessa.

La giovane, gravemente malata, ricevette la profezia secondo la quale sarebbe guarita soltanto abbeverandosi ad una fonte miracolosa. Manigunda promise in cambio di prendere i voti e quando effettivamente guarì, si fece monaca, facendo erigere questo Monastero. Siamo nell’anno 737 d.C..

Così narra la leggenda e in verità, nel cortile, in posizione isolata rispetto alle altre sepolture, nel XV secolo, è stato ritrovato un sarcofago contenente i resti di una donna sontuosamente vestita. Si è pensato quindi di aver rinvenuto il corpo della Badessa. In realtà è molto strano che una monaca si sia fatta seppellire con abiti sfarzosi, tanto più che in una pergamena rinvenuta negli archivi, ella sembra dichiarare esplicitamente di indossare un umile abito monacale, «veste monialium induta».

sarcofago-di-Manigunda Il Fantasma di Manigunda
Misteri della STORIA Il Fantasma di Manigunda – Sarcofago

Pare comunque che lo spirito della donna non voglia proprio lasciare il monastero: da secoli, c’è chi giura di averla vista aggirarsi tra stanze e corridoi sinistri, di averne spesso udito i lamenti e gli scricchiolii, di aver scorto inspiegabili movimenti di porte e finestre in assenza di vento. Qualche anno fa, un operaio impegnato nei lavori di restauro, pare abbia scattato persino una foto al fantasma, attirando in loco esperti di spettri da tutt’Italia. In quell’occasione giunsero qui persino i conduttori di un programma televisivo di una nota rete nazionale per casalinghe. Fu persino necessario l’intervento di alcuni dipendenti comunali per allontanare la folla dei curiosi.

250954_3894445052581_537130419_n Il Fantasma di Manigunda
Misteri della STORIA Il Fantasma di Manigunda

Osservando una delle stanze, con luminosi affreschi cinquecenteschi in buono stato di conservazione, forse la dimora delle badesse che sono succedute a Manigunda, viene spontanea qualche altra domanda. Anziché soggetti religiosi, che si sarebbero meglio adattati alla funzione del luogo, sono dipinti strumenti musicali, animali esotici, piante, drappi che lasciano trasparire un gusto ed una raffinatezza davvero sorprendenti, ma poco adatti alla proverbiale rigidità di un ordine monastico. Perlustrando la stanza ci si accorge che la badessa possedeva anche un bagno privato in camera, particolare assolutamente inedito per una suora, anche se si tratta di un’aggiunta successiva. Chi governava questo luogo svolgeva quindi una funzione ben diversa dall’ “ora et labora” e a quanto pare, possedeva un potere più temporale che spirituale.

monastero-di-cairate_int Il Fantasma di Manigunda
Misteri della STORIA Il Fantasma di Manigunda – Monastero

Da allora all’interno del Monastero sono in molti ad aver avvertito la presenza di una entità soprannaturale che si manifesterebbe con 
rumori inspiegabili e apparizioni che avvengono in particolare nelle ore notturne. 
In rete circolano strane storie anche su alcuni blog: qualcuno afferma di aver sentito rumori, di aver assistito a finestre che sbattono all’improvviso, ed anche lamenti provenire dal sarcofago. Qualcuno afferma persino di aver visto il fantasma di Manigunda aggirarsi tra le mura, come testimonierebbe la foto scattata dall’operaio, dove si vedrebbe sulla destra il contorno di una figura in trasparenza. Ora la parola passa agli “esperti” del programma tv Mistero, condotto da Daniele Bossari, Jane Alexander, Paola Barale e Nicole Pelizzari.

FONTI:

https://www.artevarese.com/il-fantasma-di-manigunda/

https://www.varesenews.it/2012/06/un-operaio-scatta-la-foto-a-manigunda-il-fantasma-del-monastero/86053/

Per orari di visita e maggiori informazioni: www.monasterodicairate.it

Il Viaggiator Curioso,
Cairate (VA), 18 luglio 2019.

Ti suggeriamo di leggere anche:

I misteri di Rennes Le Château

 

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.