Select Page

Il mistero di Mary Celeste

Il mistero di Mary Celeste

Al giorno d’oggi, tra programmi TV e riviste, sembra che siamo accerchiati dai misteri. La maggior parte di essi non hanno alcun fondamento (persone decedute e poi riapparse nelle “allucinazioni” di qualcuno), altri sono misteri con troppi dubbi per trovare verità (tutte le segnalazioni di UFO?), poi ci sono le leggende impossibili (mostro di Loch Ness?) e quindi ci sono le leggende “vere”, quelle a cui magari è più facile credere, in quanto sono un pezzo di storia. Ad esempio Mary Celeste, una nave canadese costruita in Scozia che fu trovata alla deriva nello stretto di Gibilterra nel 1872. Il mistero sta nel fatto che nella nave di 31 m non fu trovato alcun equipaggio

Il mistero di Mary Celeste

Siamo nel 1860 e in Nuova Scozia stanno costruendo un brigantino canadese chiamato Amazon. Ilbrigantino è un tipo di veliero, veloce e snello dotato di due alberi, utilizzato principalmente come nave di scorta oppure, più frequentemente, come nave cargo. Amazon era lungo 31 metri e pesante 282 tonnellate, è considerata una delle navi più sfortunate della storia in quanto nel 1861, durante il viaggio inaugurale, vide morire il suo primo capitano. Poi dopo pochi mesi fu vittima di un incidente nello stretto della manica con un’altra nave.  Nel 1869 fu venduta ad una compagnia americana che la rinominò Mary Celeste.

Nel 1872 inizia il mistero della Mary Celeste. Il 7 novembre salpò da New York con un carico di alcoolindustriale sotto il comando di Benjamin Briggs, la destinazione era Genova, in Italia. Nella nave vi erano anche sette marinai, la moglie e la figlia del comandante. Dopo quasi 2 mesi, il 4 dicembre fu trovata alla deriva tra le coste portoghesi e le isole azzorre. Il ritrovamento fu fatto da un’altra nave, chiamata Dei Gratia. Alcuni marinai della Dei Gratia decisero di andare sulla Mary Celeste per vedere cosa era successo, ma non trovarono nessuno a bordo, l’equipaggio era totalmente scomparso, misteriosamente.

La nave non era in buone condizioni: vele strappate, stiva piena d’acqua e la bussola rotta, anche se pareva che la nave fosse stata abbandonata intenzionalmente. Riguardo l’alcool, beh, il carico di alcool inizialmente sembrava rimasto intatto ma una volta che fu portata a destinazione (Genova) si scoprì chemancavano 9 barili di alcool. Inoltre mancavano tutte le carte di bordo. Una volta portato a Genova il brigantino fu sequestrato da funzionari inglesi.

La vicenda ovviamente non si è mai conclusa, nulla si è mai saputo dell’equipaggio, nel 1873 furono trovate due scialuppe di salvataggio vicino alla Spagna, una era vuota con una bandiera americana e nell’altra vi erano 5 corpi deceduti che però non furono mai identificati.

Tutte le teorie sulla scomparsa

Le ipotesi riguardanti alieni, mostri marini ed altro sono risultate, ovviamente, improbabili.

La teoria più plausibile può essere dovuta all’alcool. Come le teorie popolari pensavano (e magari anche come tu lettore pensavi finora) l’equipaggio non ha mai bevuto l’alcool che trasportava, causando così tutti i danni e sparendo nel nulla. In realtà si pensa che una piccola uscita di vapori o una piccola fiamma che fuoriusciva dal carico di alcool fece spaventare il comandante, che pensava che il carico fosse sul punto di esplodere. La nave dunque fu evacuata e l’equipaggio morì per fame e sete sulle scialuppe di salvataggio. Nel 2005 lo storico tedesco Eigel Wiese costruì un modello e simulò l’esplosione. Grazie al suo esperimento capì che questa era la teoria più plausibile e spiegò come l’esplosione, che poi avvenne, causò danni solo alla stiva (che infatti fu trovata piena d’acqua) e comunque fu una esplosione contenuta.

Questa è dunque la teoria più accreditata. Ma ce ne sono altre, ad esempio c’è chi dice che ci sia stato un tentativo di rubare il carico della nave da parte dei marinai, che assassinarono il comandante e scapparono sulle scialuppe di salvataggio. Un’altra teoria dice che la colpa è da attribuire ai pirati, ma impossibile dal momento che il carico fu trovato intatto.

Fonti e approfondimenti

La Mary Celeste è uno dei misteri più intriganti nella storia dell’umanità, soprattutto perché esistono tanti documenti storici che ne parlano. Questo articolo è stato ispirato principalmente da Wikipedia, in cui troverai ulteriori approfondimenti. Nel 2001 la BBC ha pubblicato un articolo che parlava della scoperta di altri resti della nave ad Haiti. Secondo molti infatti la nave potrebbe essere naufragata molto prima di raggiungere l’Europa, dove fu portata dalle correnti.

FONTE: http://www.skimbu.it/2011/06/16/mary-celeste-la-nave-fantasma-senza-equipaggio/

About The Author

Tommy.Cantafio

Presidente & Fondatore dell'A.C.I.M.S MisteriDellaStoria.com Specialista IT Microsoft, programmatore e Web-designer. Nel tempo libero mi dedico alle mie due più grandi passioni; ovvero la storia e l’informatica; tanto che ho deciso di realizzare questo sito. Mi avvalgo di quelle che sono le mie ” potenzialità ”di progettatore e web designer e collaboro con i miei più fidati amici.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recent Tweets

Recent Videos

Loading...